Back to top

Per stampe, prenotazioni, spedizioni e collaborazioni

For prints, bookings, deliveries and  partnerships:

email: sconsorti1@gmail.com

Facebook

Instagram

Poesie

Gli amanti bendati

 

GLI AMANTI BENDATI

Armi da difesa

 

Il continente di cenere

 

IL CONTINENTE DI CENERE

Spoon river Italia

 

SPOON RIVER ITALIA

Letture

 

I CIECHI CONOSCONO I CIELI

I ciechi conoscono i cieli 
e spesso hanno un loro concetto 
degli arcobaleni 
Più di tutto sono esperti di spazi immensi 
e di giorno vanno di notte nei deserti 
 
Ci vuole immaginazione  
per credere nelle rose 
ci vuole un bel po’ d’esperienza 
per setacciare la realtà dall’apparenza 
 
A volte un cieco giovane 
si scopre un cieco vecchio 
ma ho visto ciechi che hanno visto ciechi 
che hanno visto ciechi 
che hanno visto se stessi allo specchio

UN UOMO CON UNA PENNA IN MANO

Un uomo con una penna in mano
questo sono
in attesa di parole
che mi aiutino a descrivere il tuo dono

che non è un tesoro
che non sono arcobaleni di sapori
o infiorescenza di madreperla
ma è una semplice istantanea che a vederla
diventa eterna

perché durano per giorni
i tuoi occhi nei ricordi
perché sono incancellabili
tutti i graffi dei tuoi smalti
perché risplende per ore
controsole
l’eco della tua voce

 

UN'ALTRA ALBA

Lì vicino a Dio 
e accanto al posacenere 
ti ho lasciato una cosa da leggere 
L’ho scritta in una lingua 
che non conosco 
sotto dettatura di una voce 
che masticavo a stento 
infedele come uno specchio 
Leggila a tuo modo 
annusando le parole 
balbettando ad alta voce
  o reso muto dallo stupore 
aspettando un’altra alba incensurata 
senza più morte né speranza
Medita e dimentica 
Quando poi l’avrai terminata 
 prima di rimpiangerla 
poggiala di nuovo accanto a Dio 
ma un poco più vicino  

QUESTA STRANA MALATTIA

Questa strana malattia
in un battibaleno
mi si è portato via
Peccato perché ero sano
non mi piangeva l'occhio
e non mi tremava la mano
A schiena dritta
andavo in giro per la vita
senza nemmeno una fitta
Poi questo colpo di vento
che non ti lascia il tempo
di bestemmiare o fare testamento
Mi son distratto
roba di un attimo
e scacco matto

LE STIGMATE SONO GUARITE

Le stigmate sono guarite 
e sta facendo le valigie 
anche l’ultima cicatrice 
talmente piccola così ridicola 
che ti vergogni anche solo all’idea 
d’imbatterti per strada 
in qualche reduce di guerra 
Non hai segni che dimostrino 
che hai creduto che hai vissuto o combattuto 
Del tuo mondo e del tuo sogno 
pure tu hai solo foto

OGGI HO PIANTATO UN SASSO

Oggi ho piantato un sasso
innaffiandolo e parlandoci  
dandogli semi e cercando 
il terreno adatto 
Il mio sogno è che cresca come 
un Partenone 
Oggi ho piantato in asso 
un fiore per un sasso